Conference Program

 

GIOVEDI’ 26 SETTEMBRE 2013

 

MS1 – MAIN SESSION 1

Giovedì 26 – mattino

Sala Londra, ore 10.00 – 13.00

La Smart Mobility:

fattore abilitante per lo sviluppo della smart city e per la crescita deI SETTORI automotive E LOGISTICO

GC TM

Convegno organizzato in collaborazione con il Comune di Torino

 

Uno dei fattori caratterizzanti le città delNobis Cartel nuovo millennio è il trasporto pubblico intelligente e la mobilità privata a basse emissioni. Persone e merci dovranno spostarsi nei centri urbani all’interno di un sistema di Smart Mobility che permetta di evitare la congestione del traffico cittadino e la concentrazione di inquinanti nell’aria. Il flusso di veicoli è gestito da tecnologie informatiche avanzate (ICT) in grado di regolarne gli scambi e offrire al cittadino la scelta del mezzo più conveniente in termini di posizione e di tempo (trasporto intermodale), il tutto in un contesto di soluzioni a basso impatto ambientale e zero emissioni. Lo sviluppo della mobiltà intelligente nei centri urbani costituisce quindi un volano essenziale sia per migliorare il benessere dei cittadini sia per rafforzare la competitività del settore italiano  dell’automotive e dei sistemi di ITS mantenendo la suaNobis Kato leadership tecnologica a livello internazionale.

9.00      Registrazione

9.30      Apertura dei lavori

            Enzo Lavolta, Assessore Sviluppo Tecnologico, Ambiente, Lavori Pubblici, Città di Torino

            Guido Bolatto, Segretario Generale, Camera di commercio di Torino

            Marco Gabriele Gay, Vice Presidente, Confindustria Piemonte; Presidente, Giovani           Imprenditori Piemontesi

            Roberto Cota*, Presidente, Regione Piemonte

 

10.30    Tavola Rotonda

            Chairman: Carlo Maria Medaglia, Professore, Coordinatore , RFID Lab – CATTID, Università di Roma “La Sapienza”

 

            Sergio Vetrella, Assessore ai Trasporti e alle Attività Produttive, Regione Campania

            Massimo Nordio, Presidente, UNRAE

            Roberto Vavassori, Presidente, ANFIA

            Rossella Panero, Presidente, TTS Italia

            Marcello Panettoni,  Presidente, Asstra

            Paolo Ghinolfi, Presidente, ANIASA

            Rodolfo De Dominicis*, Presidente, Uirnet

            Alfredo Peri*, Assessore ai Trasporti Regione Emilia Romagna; Presidente Federmobilità

 

12.30    La tecnologia ITS applicata al trasporto delle merci

Cynthia Fico, Autorità di Gestione, PON Reti e Mobilità 2007 – 2013, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Massimo Boldrini, Responsabile di Linea: Interventi Ferroviari, Interventi ITS, Monitoraggio; Segreteria Tecnica del PON Reti e Mobilità 2007 – 2013, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

 

13.00    Conclusioni

            Maurizio Lupi*, Ministro, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

 

 

HOSTED EVENT 1 – H1

Giovedì 26 – mattino

Sala Madrid, ore 10.00 -13.00

HeERO national Conference

ITNTMGC

A cura di ACI

HeERO si rivolge al sistema di emergenza pan-europeo “eCall” basato sul 112, il numero di emergenza unico europeo. Nel corso di tre anni (da gennaio 2011 a dicembre 2013) i nove Paesi europei che formano il consorzio HeERO avvieranno un sistema interoperabile e armonizzato di chiamate di emergenza, installato a bordo dei veicoli e basato sul numero di emergenza 112.

Il sistema eCall aiuterà a raggiungere l’obiettivo dell’Unione di ridurre del 50% il numero di feriti gravi e di morti sulle strade. Ricevere un avviso immediato del verificarsi di un incidente e della sua esatta localizzazione può ridurre i tempi di risposta dei servizi di emergenza del 50% nelle aree rurali e del 40% in quelle urbane. Grazie a tale risparmio di tempo, l’eCall contribuirà a salvare fino a 2.500 vite ogni anno nell’Unione Europea ed a ridurre la gravità delle ferite in migliaia di casi. L’eCall permetterà anche di curare in tempi più rapidi i feriti, offrendo loro migliori prospettive di recupero. Arrivare più rapidamente sulla scena di un incidente permetterà anche di  ripristinarla più velocemente, riducendo di conseguenza la possibilità di incidenti secondari, diminuendo i tempi di congestione ed i rallentamenti e riducendo, di conseguenza, anche il consumo di CO2.

Nel momento in cui l’apparecchio eCall all’interno del veicolo rileva il forte impatto in un incidente, genera automaticamente una chiamata di emergenza 112 al centro di soccorso più vicino e trasmette l’esatta localizzazione dell’incidente e altri dati. La chiamata può essere attivata anche in modo manuale, con i medesimi effetti, tramite un apposito pulsante. Ciò è utile, ad esempio, nel caso si sia testimoni di un incidente. Indipendentemente dal modo in cui viene attivata la chiamata, automatico o manuale, oltre alla trasmissione automatica dei dati, verrà comunque stabilita anche una connessione vocale tra il veicolo ed il centro di soccorso. In questo modo, qualsiasi passeggero dell’auto incidentata, che sia in grado di rispondere alle domande, potrà fornire al centro di soccorso ulteriori dettagli sull’incidente.

Nel prossimo futuro, tutti i veicoli saranno equipaggiati con sistemi di sicurezza che avvertiranno automaticamente  i servizi di soccorso in caso di incidente grave. Anche nel caso che la vittima abbia perso conoscenza, il sistema informerà dell’esatta localizzazione dell’incidente così che i soccorritori possano partire nel giro di pochi minuti. Il sistema, chiamato “eCall”, funzionerà in tutta l’Unione Europea. Infatti, verrà progressivamente esteso a tutti i paesi della UE nonchè ad Islanda, Norvegia e Svizzera.

Il progetto HeERO è co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma ICT PSP.

L’obiettivo generale del Progetto è di predisporre l’implementazione in Europa della necessaria infrastruttura per trasformare in realtà il servizio di emergenza pan-europeo eCall armonizzato e interoperativo. L’implementazione del servizio eCall a livello europeo dovrà tenere in considerazione due condizioni di primaria importanza, dalle quali dipenderà il successo delle operazioni:

  •  Interoperabilità e continuità transfrontaliera: la possibilità per ogni veicolo di qualsiasi Paese europeo che viaggi in Europa di utilizzare il servizio eCall in caso di incidente grave è una delle linee guida fondamentali. L’aspetto dell’interoperabilità riguarda non solo l’aspetto tecnico ma anche quello operativo.
  •  Armonizzazione: il sistema eCall potrà funzionare correttamente in tutta Europa solo se sviluppato in modo armonico nei differenti paesi, rispettando contemporaneamente le differenti implementazioni nazionali. L’utilizzo del numero di emergenza unico 112/E112 rappresenta il primo aspetto di tale approccio armonizzato.

Il team del pilota italiano è composto da: Presidenza del Consiglio dei Ministri (coordinatore nazionale), Automobile Club d’Italia, AREU, Centro Ricerche Fiat, Magneti Marelli e Telecom Italia.

 

BS3 – BREAKOUT SESSION 3

Giovedì 26 – pomeriggio

Sala Lisbona, ore 14.00 – 17.00

 

EMERGENCY MANAGEMENT and safety

ITNTMGC

Una sfida cruciale si presenta ai professionisti ICT, agli operatori e alle forze coinvolte nella pubblica sicurezza e nelle operazioni di gestione delle calamità: negli ultimi anni si è iniziato a operare sul flusso di informazioni che innerva tutto il processo di intervento di sicurezza e emergenza.  L’obiettivo è quello di risolvere le difficoltà che derivano da sistemi di telecomunicazioni non compatibili, di ridurre i tempi inattivi sia al momento del primo allarme che nella gestione dell’intervento ed eliminare le discontinuità nel monitoraggio dello status. In settori chiave come l’emergenza, la gestione informatizzata delle informazioni geografiche, la capacità di raccolta, analisi e ridistribuzione delle informazioni in modo automatico, per mezzo di un efficace sistema delle comunicazioni, è un vero fattore di successo per organizzare in modo rapido ed efficace le squadre di soccorso. Tale gestione è attuabile attraverso la sinergia di tecnologie informatiche, telematiche e di infomobilità quali la gestione di banche dati, i sistemi informativi territoriali e le comunicazioni in rete locale e remota.

 

Temi

  • Sistemi di Informazione Geografica e Sistemi di bordo per Pubblica Sicurezza, Protezione Civile, VVFF ed emergenza sanitaria (118)
  • Soluzioni di crittografia voce/ Dati per apparati mobili
  • Reti multi tecnologiche per la gestione della comunicazione nelle emergenze. Sistemi TETRA e multi hop ad hoc network radio
  • Prodotti PMR: ricetrasmittenti mobili, ponti radio, ricetrasmittenti per stazioni base, fisse e mobili compresi relativi accessori
  • Elaborazione e personalizzazione di veicoli ad uso ufficio mobile telematico per forze dell’ordine, pubblica sicurezza e protezione civile

Chairman: Claudio Ferrara, Independent publishing Professional

Prima Sessione:

Emergency and Security: la gestione delle informazioni mission critical diventa 2.0

Chiara Francalanci, Professore Politecnico di Milano, Coordinatore scientifico, Progetto Torcia

Claudio Barilaro, Resp. Security,  Autorità Portuale di Genova

Danilo Bono*, Direttore Dipartimento 118 ASO CTO

Francesco Enrichens*, Direttore Dipartimento di Chirurgia ASO CTO

Luisa Franchina*, DG Segreteria per le Infrastrutture Critiche della Presidenza Consiglio dei Ministri

Gianfranco Concas*, Segretario, RNRE

Intervento a cura di Selex Elsag

 

Seconda Sessione:

Progetti innovativi di Safety nel settore automotive

 

 

 

 

 

 

 

BS10 – BREAKOUT SESSION 10

Giovedì 26 – pomeriggio

Sala Londra, ore 14.00 – 18.00

Lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia:

i piani e incentivi governativi, le esperienze più all’avanguardia e nuovi trend di offerte

GC

In collaborazione con CEI-CIVES

Temi

  • Le policy e strumenti nazionali per incentivare la mobilità elettrica e sostenere lo sviluppo delle infrastrutture di  ricarica
  • Progetti ed esperienze di riferimento
  • Evoluzione del mercato dei veicoli a tecnologia elettrica

Prima sessione

            Chairman: Pietro Menga, Presidente, CEI – CIVES; VicePresidente AVERE (European Electric                      Vehicle Association)

14.00    Auto elettrica in Italia: il punto della situazione

            Pietro Menga, Presidente, CEI – CIVES; VicePresidente AVERE (European Electric Vehicle                           Association)

 

14.30    La legislazione e gli incentivi economici

Vincenzo Zezza,  D. G. per la politica industriale e la competitività,  Ministero dello Sviluppo                    Economico

 

14.50    Il Piano Nazionale per le infrastrutture di ricarica

Maria Margherita Migliaccio,  D.G. per lo Sviluppo del Territorio, la Programmazione ed i Programmi Internazionali,  Ministero delle Infrastrutture e Trasporti

 

15.10    I progetti di E-Mobility delle amministrazioni comunali della Regione

            Alfredo Peri*, Assessore alla Mobilità e Trasporti, Regione Emilia-Romagna; Presidente                  Federmobilità

 

15.25    Il ruolo della mobilità elettrica nell’ambito del nuovo Master Plan per lo sviluppo            della Smart     City

            Claudio Lubatti, Assessore alla Viabilità e Trasporti, Comune di Torino

 

15.40    Promozione della mobilità elettrica delle merci nel Comune di Milano: aspetti ambientali,         energetici, economici             Bruno Villavecchia, Responsabile Area Ambiente ed Energia  AMAT (Agenzia Mobilità                             Ambiente Territorio di Milano)

 

15.55    Ambito di competitività dei veicoli elettrici: analisi di mobilità di persone e merci             Bruno Dalla Chiara, Dipartimeno DIATI, Politecnico di Torino

 

16.10    Seconda sessione – Tavola Rotonda

Chairman: Emilio Deleidi, Caporedattore, Quattroruote

16.15    I veicoli elettrici fra innovazione tecnologica e nuove soluzioni di mobilità: progetti ed   esperienze per lo sviluppo di un mobilità a zero emissioni

            Gabriella Favuzza, Corporate Communication Manager, Renault Italia

 

16.35    Dalla mobilità Diesel a quella elettrica. Quali i passi intermedi a livello tecnologico?

            Philippe Grand, Relazioni Istituzionali, IVECO

 

16.50    Dibattito

 

BS12 – BREAKOUT SESSION12

Giovedì 26 – all day

Sala Copenaghen, ore 10.00- 17.30

Designed in Green

Convegno organizzato in collaborazione con Società Studio Comelli

GC

L’automobile green è soprattutto sostenibilità e rispetto per l’ambiente, ma, come i più esperti sanno, progettare un automobile green non vuol dire sostituire semplicemente un tipo di motore con un altro, significa ripensare e ribaltare completamente la progettazione e la costruzione dell’automobile. I veicoli non devono più rispettare i rigidi dogmi delle tradizionali auto e lasciano spazio alla creatività meticolosa dei designer, che possono sbizzarrirsi nella progettazione. Il filone designed in green, vuole quindi aiutare a diffondere la cultura dell’automobile elettrica completando l’immagine etica con quella estetica.

Temi

  • Le metodologie per la progettazione delle Green Car: dal “design for disassembly” al “design for environment” ed al “good design” – a cura di  un consulente del settore
  • Il concetto di “green car”: tecnologia, processo, o cosa ? – a cura di un noto designer automobilistico
  • Case history
  • Panel discussion: diventare “green car designer” – con la partecipazione dei rappresentanti delle scuole di design e di noti designer

 

Prima Sessione

            Chairman: Cesar Mendoza, Presidente, ADI Piemonte

10.05    Keynote Speaker

            Luciano Bove, R&D Design Manager, Renault

10.35    Le metodologie per la progettazione delle Green Car: dal design for disassembly al design       for environment ed al good design

            Paolo Massai, Docente ingegneria del veicolo, Politecnico di Torino

10.55    Sostenibilità dei materiali per la progettazione delle Green Car

            Marco Capellini, CEO, Matrec

11.15    Il concetto di “Green Car”

            Arcangelo Jeker, Designer automobilistico

11.35    Intervallo e visita all’area espositiva

11.45    Case Histories

12.25    Panel discussion: Diventare “green car designer”

Chairman: Marco Comelli, Principal Consultant, Studio Comelli

Luca Borgogno, Lead Designer Pininfarina, Coordinatore MA in transportation Design, IED

            Fausto Brevi, Coordinatore del Master TAD, Politecnico di Milano

            Laura Milani, Direttore, IAAD

13.15    Presentazione dei workshop del pomeriggio e sessione interattiva

            Aurora Marin, Associate Consultant, Studio Comelli

 

Seconda Sessione

14.30    Workshop: Green Look, come il pensare “verde” cambierà, forse, la forma dell’automobile        e i suoi modi d’uso

            Enrico Leonardo Fagone, Architetto e Designer

15.45    Intervallo e visita all’area espositiva

16.00    Workshop: dal Green Car design al Green Transportation Design sarà l’auto o il sistema dei       trasporti a dovere essere pensato più “verde” ?

Modera: Marco Gatti, Giornalista esperto in trasporti

Luca Staricco, Docente, Politecnico di Torino

            IAAD, Comune di Torino

            Andrea Filippi,Coordinatore corso Product Design, IED; Project Manager Design Gang

            Marco Cordeddu, Responsabile Marketing, CarCityClub

17.15    Conclusione dei lavori e sum-up

            Mario Favilla, Designer automobilistico

 

VENERDI’ 27 SETTEMBRE 2013

BS7 – BREAKOUT SESSION 7

Venerdì 27 – mattino

Sala Lisbona, ore  9.30 – 13.00

CITY LOGISTICS: Come sviluppare i processi, i servizi e le applicazioni per la City Logistics del futuro

GC TM

L’aumentata e incontrollata distribuzione delle merci nelle aree urbane genera elevati costi per la collettività in termini di congestione del traffico, inquinamento ambientale e acustico, consumo energetico, sicurezza, degrado urbanistico, diminuzione dei livelli di accessibilità. Queste esternalità negative sono causate in larga parte da una logistica delle merci.  A fronte di queste criticità risulta evidente la necessità di individuare e realizzare soluzioni innovative attraverso sistemi intelligenti in grado di rendere le nostre città accessibili, sicure e vivibili. Il Convegno propone una riflessione su come potranno evolvere i processi e sistemi per  la distribuzione urbana delle merci alla luce delle nuove politiche e piani che sono stati messi in campo a livello governativo (es. Piano Nazionale ITS), i ns progetto finanziati dal Ministero dell’Innovazione e Ricerca, le innovazione tecnologiche emergenti e i progetti più all’avanguardia nel contesto nazionale

9.00      Registrazione

9.30      Apertura dei Lavori

            Claudio Lubatti, Assessore alla Viabilità e Trasporti, Comune di Torino

            Bartolomeo Giachino, Consigliere, Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

            Guido Bolatto, Segretario Generale, Camera di commercio di Torino

 

Prima Sessione

Distribuzione regionale e urbana delle merci e servizi per la Smart Mobility: soluzioni e     standard tecnologici e veicolari emergenti

 

10.15    Efficienza energetica e smart logistics: le soluzioni del progetto C-Liege

            Paola Cossu, Amministratore Delegato, FIT Consulting

 

10.30    Dalla city alla green logistics: esperienze in Europa e sperimentazioni in Italia

            Giuseppe Galli, Partner, TRT Trasporti e Territorio; Amministratore Delegato, Triclò

 

10.45    Il Cargo Bike Sharing

         Claudio Maltoni, Direttore, Forlì Mobilità Integrata

 

11.00    City Logistics e veicoli a trazione alternativa – Design e soluzioni proposte all’interno del           Progetto regionale PIE VERDE della “Piattaforma Automotive          

            Eugenio Morello, Centro Studi Sistemi di Trasporto, IVECO

            Marco Aimo Boot PD&E Innovation – Alternative Traction & Electrification, IVECO

11.20    Franco Cornagliotto, Golfour

11.40    Coffee Break

11.45    Tavola rotonda

            Progetti all’avanguardia nel contesto nazionale

Chairman: Massimo Marciani, Presidente, FIT Consulting Srl

            Enrico Finocchi, DG Trasporto Stradale Intermodalità, Ministero Infrastrutture Trasporti

            Andrea Colombo, Assessore alla Mobilità e Trasporti, Comune di Bologna

            Anna Donati, Delegata del Sindaco alla mobilità sostenibile, Comune di Napoli

            Pierfrancesco Maran*, Assessore alla Mobilità e Ambiente, Comune di Milano

            Guido Improta, Assessore ai Trasporti e alla Mobilità, Comune di Roma

            Renato Carrara, Presidente, AICAI

            Pietro Cernigliaro, Presidente, ANDMI

            Stefania Pezzetti, Presidente, FEDIT

            Antonello Fontanili, Direttore, Uniontrasporti

13.00    Chiusura dei lavori

 

BS14 – BREAKOUT SESSION 14

Venerdì 27 – mattino

Sala Dublino, ore 9.30 – 13.00

La liberalizzazione del servizio ferroviario regionale: qualità del servizio e innovazione tecnologica

ITN TMGC

Convegno organizzato in collaborazione con Regione Piemonte

Il tema del materiale rotabile rappresenta indubbiamente uno dei principali nodi da sciogliere per l’espletamento delle gare per l’affidamento dei servizi ferroviari. Il soggetto titolare dell’acquisto del materiale rotabile è in alcuni casi Trenitalia (es. Marche, Piemonte), in altri la Regione (Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Sardegna), in altri ancora l’Impresa ferroviaria regionale, come espressione di centrale di committenza regionale  e/o in qualità di concessionario della rete. È comunque opportuno rilevare il ruolo determinante delle Regioni nella scelta di tipologia e caratteristiche dei rotabili anche quando la titolarità del materiale rotabile è in capo ad altri soggetti. Infatti nelle procedure ad evidenza pubblica in cui il materiale rotabile deve essere totalmente o parzialmente fornito dal subentrante, gli Enti appaltanti rivestono indirettamente il ruolo di decisori, in quanto definiscono nella documentazione di gara le caratteristiche minime dei rotabili e indicano spesso nel sistema di valutazione il punteggio conseguibile con allestimenti, funzionalità e prestazioni aggiuntive. Tra le funzionalità di cui sopra, a titolo esemplificativo è possibile citare i sistemi di geolocalizzazione dei mezzi, di informazione degli utenti in tempo reale in caso di turbative al servizio e di infomobilità in generale, nonché di sicurezza (security e safety). Per tale motivo quest’anno, nell’ambito dell’iniziativa Smart Mobility World, è stata dedicata una sessione al trasporto ferroviario e al ruolo svolto dal materiale rotabile e dall’innovazione tecnologica componenti essenziali anche per lo sviluppo di politiche di integrazione con i sistemi di mobilità urbana.

 

9.00      Registrazione

Interventi:

9.45      La liberalizzazione possibile nel contesto normativo italiano

Virginio Di Giambattista, Direttore Generale per TPL, Ministero delle Infrastrutture dei Trasporti

 

10.05    Il percorso attuativo e le scelte procedurali

Sergio Manto, Direttore vicario, Progetti Speciali SCR Piemonte

 

10.25    La definizione degli obblighi di servizio

            Cesare Paonessa, Direttore, AMM Agenzia Metropolitana Torino

 

10.45    Il materiale rotabile come fattore di qualità nel trasporto ferroviario

A cura di costruttori di materiale rotabile (Ansaldo, Alstom, Bombardier, …)

 

11.05    Le procedure ad evidenza pubblica recentemente avviate per il trasporto ferroviario

Paolo Ferrecchi, Direzione Reti Infrastrutturali, Logistica, Sistemi di Mobilità, Regione Emilia-Romagna

 

11. 25   Coffee Break

 

11.30    Tavola rotonda

            I presupposti per offrire servizi migliori in tempi di risorse scarse

            Mauro Moretti*, Amministratore Delegato, Ferrovie dello Stato

            Maro Piuri*, Presidente, Arriva Italia

            Luigi Legnani*, Amministratore Delegato, Trenord

Partecipano altre imprese di TPL ferroviario: NTV, GTT

 

12.30    Conclusioni

Barbara Bonino, Assessore ai Trasporti, Regione Piemonte

 

13.00    Chiusura dei lavori

 

H3 – HOSTED EVENT 3

Venerdì 27 – mattino

Sala Copenaghen, ore 10.00 – 13.00

 

La mobilità sostenibile tra normE e green economy

Organizzato da AFGE – Alta Formazione Giuridico-Economica

TMGC

La mobilità sostenibile apre a nuovi scenari giuridici ed economici, che coinvolgono l’amministrazione pubblica come principale responsabile della sua promozione e realizzazione e le imprese in quanto produttori di beni e servizi innovativi.

Obiettivo del convegno è di fornire una visione sistemica del quadro normativo, degli incentivi e delle responsabilità degli amministratori pubblici e di rappresentare lo stato attuale e le prospettive dell’economia basata sulla mobilità sostenibile

Interventi

Chairman: Sergio Luciano, Giornalista, CNBC Class

10.00    La mobilità sostenibile e il quadro normativo di riferimento

            Adriano Travaglia, Direttore, AFGE, Alta Formazione Giuridica-Economica

 

10.20    Mobilità urbana e questioni penali

            Riccardo Salomone, Studio Legale Salomone

 

10.40    Infomobility e tutela della privacy

            Luca Leone, Responsabile Servizi Privacy, Sistemi Uno

 

11.00    Break

 

11.20    I piani per la mobilità urbana sostenibile come strumento integrato per la diffusione delle          azioni a favore della green economy

            Patrizia Malgieri, Responsabile Area Pianificazione dei Trasporti, TRT Trasporti e Territorio

 

11.40    Mobilità a zero emissioni come opportunità economica

            Andrea Baracco, Managing Partner, Baracco Associati

 

12.00    City Logistics ed accreditamento: un approccio win-win

            Massimo Marciani*, Presidente, FIT Consulting Srl

 

12.20    Intervento a cura di Leasys

 

12.40    Dibattito

 

 

 

 

 

 

BS13 – BREAKOUT SESSION 13

Venerdì 27 – pomeriggio

Sala Londra, ore 14.00 – 17.00

Contributo dei carburanti alternativi:

sistemi di trazione innovativi a gas, BIOGAS e dual fuel

GC

Azioni integrate e pianificate sono necessarie per ridurre sensibilmente l’inquinamento prodotto dai veicoli: nuovi sistemi di carburazione devono rispettare delle normative severe, che impongono un miglioramento delle emissioni specifiche di circa l 30% nei prossimi 10 anni. Questa azione è condizionata dal lento rinnovo dei mezzi circolanti.

Un contributo fondamentale nel breve-medio periodo deve essere assicurato dai veicoli a gas, che hanno grandi potenzialità nella riduzione di PM10 e NOx: apprezzati dal mercato soprattutto per la riduzione dei costi, consentono risultati in tempi brevi sia con nuove immatricolazioni, ma anche con interventi sul circolante.

Nuovi veicoli bifuel, nuove miscele, la possibilità di favorire rifornimenti con gas allo stato liquido rappresentano le soluzioni attuali e future.

 

Temi

  • Sistemi di trazione innovativi a gas e dual fuel
  • Gas naturale liquefatto
  • Prospettiva e sviluppo del bio gas

 

Chairman: Nicola Ventura, Direttore, Ecomotori.net portale web sulla mobilità sostenibile

 

14.00    Apertura dei lavori

            Corrado Clini*, Direttore Generale, Sviluppo Sostenibile Clima Energia, Ministero                                       dell’Ambiente

 

Prima Sessione

Progetti e tecnologie all’avanguardia

 

14.15    Giacomo Orlanda, Direzione Commercio, Settore Programmazione Rete Distributiva                                 Carburanti

           

14.30    Luciano Marchiori, Direttore operativo, SETA – Società Emiliana Trasporti Autofiloviari

 

14.45    Iveco/ LNG come alternativa per il trasporto merci a lunga distanza

            Jose Luis Perez Souto PD&E Innovation Truck & Bus, IVECO

 

15.05    Tavola rotonda

Politiche e strategie per lo sviluppo della mobilità a carburanti alternativi

 

            Renzo Provedel, Vice Presidente, SOS-Logistica

            Alessandro Tramontano, Presidente, Consorzio Ecogas

            Rita Caroselli, Direttore, Assogasliquidi – Federchimica

            Piero Gattoni, Presidente, Consorzio Italiano Biogas CIB

            Mariarosa Baroni, Presidente, Consorzio NGV System Italia

 

16.30    Conclusioni

            Carlo Fidanza*, Deputato, Parlamento Europeo

 

 

BREAKOUT SESSION 15 – BS15 Venerdì 27 – pomeriggio

Sala Madrid, ore 14.00 – 17.00

Smart Payment:

Mobile payment per lo sviluppo della Smart City

 

ITNTMGC

 

Il Mobile Payment ha registrato negli ultimi tre anni una crescita nazionale annua estremamente significativa (tra il 2011 e il 2012 attorno al 30% fonte Osservatorio Nfc & Mobile Payment), ed è attualmente uno dei mercati in più forte espansione in Italia. L’impiego di smart ticketing ha movimentato nel 2012 più di 900 milioni di euro, rispetto ai 700 milioni del 2011 e costituisce uno dei canali più promettenti per il pagamento dei servizi delle future smart city. Il convegno intende fare il punto su queste tendenze in atto presentando le esperienze più innovative per il pagamento dei servizi di mobilità (trasporto pubblico, sosta, car sharing, ricarica dei mezzi elettrici), degli altri servizi di pubblica utilità e dei beni offerti dalla rete degli operatori del commercio al dettaglio

Temi  

  • Scenari evolutivi del mobile payment
  • Pagamenti di prossimità e tecnologia NFC
  • Soluzioni tecnologiche emergenti e nuovi business model
  • Smart Ticketing e mobile applicato al settore della mobilità, servizi di pubblica utilità e altri beni : le sperimentazioni in atto e prospettive di sviluppo
  • e-ID e mobile: prospettive di sviluppo e possibili convergenze

 

Chairman: Roberto Garavaglia, Consulente Sistemi di Pagamento Elettronico e Monetica

 

Keynote Speakers

14.00    Non solo pagamenti: il Mobile Wallet come chiave di accesso alla Smart City

            Roberto Garavaglia, Consulente Sistemi di Pagamento Elettronico e Monetica

14.15    David Melazzi, Ricercatore, Osservatori ICT&Management, School of Management, Politecnico di  Milano

Interventi:

 

14.30    Le soluzioni e i servizi contactless per le aziende di trasporto di PosteMobile

            Francesco Fucci, Head of Technology VAS, Postemobile

 

14.50    Tutte le soluzioni smart per un sistema aperto ed interoperabile con il territorio passano da        punti di riferimento … solidi

            Vezio Maggioni, Amministratore Delegato, Parkeon

                                      

15.10    Valentino Ranucci, Trenitalia

 

15.25    Intervento a cura di Pluservice

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TS10 –  TECHNICAL SESSION 10

Venerdì 27 – pomeriggio

Sala Dublino, ore 14.30 – 16.30

Competizioni sportive con veicoli eco per la diffusione e divulgazione della green mobility

GC

In collaborazione con Ecomotori.net

 

Chairman: Paolo Ciccarone, Responsabile Motori, Radio Monte Carlo

 

14.30    Tavola rotonda

            Massimiliano Fissore, Direttore Generale,  BRC Gas Equipment; Pilota, BRC Racing Team

 

            Nicola Ventura, Direttore, Ecomotori.net portale web sulla mobilità sostenibile

 

            Christian Bussandri, Pilota, Team Bussandri

 

            Giuseppe Righes, Segretario Generale, ATA Associazione Tecnica dell’Automobile

 

            XAM 2.0: un esempio di city vehicle E-Rev (Autori: M. Carello, A. Airale, A. Ferraris)

            Massimiliana Carello, Professore, Politecnico di Torino

 

 

HOSTED EVENT 5 – H5

Venerdì 27 – pomeriggio

Sala Copenaghen, ore 14.30 – 16.30

 

Progetto SAGE

GCTM

Progetto Europeo

 

Safe and Green Road Vehicles e e-gomotion

Organizzato da Regione Piemonte, Politecnico di Torino, Centro Ricerche Fiat

 

MERCOLEDI’ 25 SETTEMBRE 2013

 

HOSTED EVENT 6 – H6

Mercoledì 25 – all day

Sala Londra, ore 10.30 – 16.30

CONNECTED CAR

Promosso da TTS Italia

GCTM

International Workshop

A Connected Car is a car equipped with on board localization and communication technologies, internet access, and usually also with a wireless local area network. This allows the car to share internet access to other devices both inside as outside the vehicle and to interact with other vehicles and infrastructures.

Examples of Connected Car technologies are: In-vehicle navigation system with GPS and TMC for providing up-to-date traffic information, Adaptive cruise control (ACC), Lane departure warning system, Lane change assistance system, Collision avoidance system (Precrash system), Intelligent speed adaptation or intelligent speed advice (ISA) system, Night Vision system, Adaptive light control system, Automatic parking system, Traffic sign recognition system, Blind spot detection system, Driver drowsiness detection system, Vehicular communication systems, Electric vehicle warning sounds used in hybrids and plug-in electric vehicles, etc.

As the world’s roads become increasingly congested, drivers are seeking smarter vehicles and transport systems that can give them real-time information about traffic jams, weather conditions, road works and parking availability. At the same time, governments are calling for cars to be able to automatically alert emergency services as soon as a vehicle is involved in an accident and to be equipped with tracking systems to combat theft.

The automotive industry has the potential to play a transformative role in the connected future by delivering new services such as on-demand, in-car entertainment, low-cost pay-as-you-drive insurance, location-enabled security features, real-time fleet management, etc. At the same time, the automotive industry can enhance core vehicle propositions, such as improving vehicle brand image and customer relationship management and delivering a safer and more enjoyable driving experience. The global connected car market will be worth €39 billion in 2018 up from €13 billion in 2012, according to new market forecasts. Over the next five years, there will be an almost seven fold increase in the number of new cars equipped with mobile connectivity designed to meet demand among regulators and consumers for safety and security features, as well as infotainment services an d navigation aids.  The rapid development of the global connected car market will be driven in part by positive regional regulatory action in Europe, Russia and Brazil.

To achieve this market potential, the automotive and mobile industries need to work closely together to deliver scalable, secure, interoperable, ubiquitous and intuitive connected experiences.

Connected Car technologies can support various degrees of automated driving, increase car comfort and safety and therefore road safety.

Event Description:

The aim of this session is to know the state of art of the main initiatives regarding connected car at international level and to encourage the exchange of idea with the main stakeholders of the sector. Both representatives of ITS National Associations at worldwide level and representatives of the industry sector will be involved to share their national strategies to promote this sector.

To accelerate the development and deployment of connected automotive solutions and devices, Telemobility and Green Cars Forum are engaging with automakers, mobile network operators and the wider ecosystem to better understand their needs and to reduce the barriers to adoption.

10.30    Registration

11.00    Introduction by TTS Italia

            Chairman: TTS Italia

11.10    Speakers:

            TC Chiang, Board of Directors Senior member, ITS Taiwan

            Marije de Vreeze, Manager Connekt, ITS Netherlands

            Daniel G. Russomanno, President, MBA ITS Argentina

            Tyler Wordsworth, Ambasciata del Canada in Italia

            Bruno Pezzuto, Responsabile Sistemi Telematici per la Mobilità e la Sicurezza, Comune di             Verona

            Diego Galletta, Manager, Autostrade Tech

Paola Carrea, Magneti Marelli

Intervento a cura di IBM

            Intervento a  cura di Viasat

Intervento a  cura di Tecnositaf*

15.40    Conclusions

 

 

HOSTED EVENT 4 – H4

Mercoledì 25 – pomeriggio

 

INTRASME

Smart Mobility Market Opportunities Workshop

GCTM

 

The Smart Mobility Market Opportunities Workshop focuses on future trends in smart mobility and opportunities for SMEs to enter the market with new innovations. The event brings together leading policy makers in ITS, SMEs, specialists in R&D funding and case-studies of public/private investment.

The INTRASME project (www.intrasme.eu)  is an EC funded project intended to rapidly bring innovative new transport solutions to market.  Small businesses, policy makers and research will benefit from exposure to the latest thinking on the Horizon 2020 program and predictions on future trends in sustainable mobility as well as opportunities for networking and panel discussions.

 

Session 1: Introduction – Opportunities for SMEs in Smart Mobility

 

Chairman: Sunil Maher, Project Manager, Coventry University Enterprises

 

14.00    Welcome by project coordinator and Overview of INTRASME Project – Introduction of the          INTRASME project and the aims of the market opportunity workshops.

            Sunil Maher, Project Manager, Coventry University Enterprises

 

14.10    Transport Trends: future trasnport trends for 2030 and 2050, predictions from the OPTIMISM          project.

            David Morris, Professor, Coventry University Enterprises

 

14.20    The EU Perspective on Transport policy : an overview of current EU Transport policy,        developments within the Smart Mobility sector and some insights and experience from Germany and the wider EU community

            Norbert Handke, Network of Nationals ITS Association and ITS Network Germany

 

14.35    Smart Mobility Technology Opportunities for SMEs

Mark Fowkes, Senior Consultant, MIRA UK

 

Session 2:  Future Outlook on the development of  Smart Mobility

 

Chairman: Pietro Perlo, Torino e-district, IFEVS

 

15.00    Electromobility : Charging Made Easy – Low cost public and private installations for the large    take-up of electromobility. New roles for SMEs

            Giuseppe Mauri, RSE Italy

 

15.15    Case Study #1: Cab Transit

            Tony Blake, UK

 

15.30    Case Study #2: Solbian

Marco Bianucci, Senior Researcher, ISMAR-CNR

Luca Bonci, Solbian, Italy

Session 3: Public-Private Collaboration Encouraging New Business Models  & Transnational                     Procurement

Chairman: David Morris, Professor, Coventry University Enterprises

16:00    Enel: Smart EV Infrastructure Development and Sustainable Business Model; a solution to integrate EV in the new homes technologies

Federico Caleno, Enel

16:15    National ITS Strategies: the role of public organizations/companies in facilitating            connections between management, infrastructure operators and industry and the       challenges in coordinating journey mapping services

            Martin Russ, Managing Director, Austria Tech

 

16:30    EU SMEs: Example of R&DOopportunities in Russia on Electromobility

Konstantin Zvezdin, IPM  and Torino e-district

Andrei Kotelnikov, IPM  and Torino e-district

 

Session 4: Funding Opportunities for SMEs in the Transport Sector

 

Chairman:  Chris Pickering, Innovation Bridge Consulting

16:55    Horizon 2020 and EU funding Opportunities for Specialised Regions – Providing an overview        of Horizon 2020 and developments in smart mobility, how this is intended to support EU       policy and funds

 

17:15    EU funding Opportunities for SMEs in the EV and SM Sectors

 

Panel Discussion: Collaboration of Specialised Clusters

 

Chairman:   David Morris, Professor, Coventry University Enterprises

                                                                               

17.35   Torino e-district Cluster, the Romanian Cluster, the West Midlands Cluster and the Polish Cluster at a glance

Marco Ottella, Bitron, Torino e-district

Paul Minciescu,  ICPE 

Chris Reeves, MIRA

            Antoni Szumanoski, Warsaw University of Technology; President, Warsaw e-Mobility Cluster

 

Panel Discussion: Facing ‘Game Changing’ Technologies in Road Mobility

 

Chairman: Pietro Perlo, Torino e-district, IFEVS

 

18:00    Facing ‘Game Changing’ Technologies in Road Mobility

Marco Gilli, Rector, Politecnico of Torino

Antoni Szumanoski, Proxy Rector, Warsaw University of Technology

            City of Torino Regione Piemonte

Marcin Wróblewski, Infrastructure Department of Warsaw City Hall – Organization and      Projects Unit

Martin  Zaimov,  President,  BAEPS, Bulgarian Association for Electromobility

  • Development of SME clusters and the benefits for Smart Mobility firms
  • The role of local authorities and Research Institutes in prompting Smart Mobility
  • Funding opportunities for SMEs

 

19.00    Networking and Snacks/Drinks